I ratti

Dei ratti fanno parte svariate specie, ma solo due sono presenti in Italia: il ratto nero (Rattus rattus) e il ratto delle fogne (Rattus norvegicus).

Il ratto nero è estremamente agile. Grande arrampicatore è particolarmente dipendente da terreni ricchi di vegetazione. Ha la coda lunga e le orecchie molto sviluppate. Il secondo è più grande, pur avendo le orecchie e la coda più contenuti. Il suo habitat ideale sono le fogne, ma anche le  rive dei corsi d’acqua urbani lo attraggono. Entrambe le specie sono di origine asiatica, ma sono giunte alle nostre latitudini in periodi diversi. Infatti il ratto nero è presente da oltre duemila anni, al contrario del suo parente arrivato approssimativamente nel 1700. In ogni caso sono ambedue presenti in ogni angolo della Terra.

È noto a chiunque che i ratti siano portatori di svariate patologie più o meno gravi.

Per fare qualche esempio citiamo salmonellosi e leptospirosi. Non dimentichiamo però che sono stati proprio loro a trasmettere la peste che ha mietuto centinaia di migliaia di morti.
Sono generalmente onnivori, ma il ratto nero ama particolarmente frutta e cereali, contrariamente al ratto delle fogne che predilige alimenti di origine animale.